EventiNews

Cerchio al femminile “AMORE DI DONNA, AMORE DI LUNA”

DOMENICA 21 MAGGIO ore 17,00
Cerchio al femminile “AMORE DI DONNA, AMORE DI LUNA”
con CAMILLA VISCUSI

In questo ciclo di incontri muoveremo i primi passi verso l’energia femminina passando per insoliti sentieri che affacciano su scenari diversi forse selvaggi e spesso inpermanenti.

Per prenotarsi chiama al 06/9330880 – 331 7711666
Ass.Cult. ARMONIA DEL KI – via Della Moletta, 43 -Ariccia (zona Vallericcia)
Contributo di partecipazione per ciascun incontro 30 euro.

CINQUE INCONTRI AL FEMMINILE: In ogni incontro entreremo in contatto con una fase e l’archetipo corrispondente, cominciando dalla
* fase preovulatoria e l’archetipo della Vergine
* la fase ovulatoria e l’archetipo della Madre
* la fase premestruale e l’archetipo dell’Incantatrice
* la fase mestruale e l’archetipo della Strega.

PRIMO INCONTRO: la gemma e la Vergine
Le energie della Vergine combaciano con quelle delle gemme sui rami degli alberi e con il verde acceso, chiaro e brillante di foglie e piante. E’ un verde differente, è un verde che friccica e che dà l’idea di essere espanso e aperto. E’ il verde di chi è appena nato e con tutte le sue forze va incontro alla vita, con innocenza, gioia e voglia di crescere. Mensilmente la donna ha a disposizione per se stessa e per i suoi progetti, intenti, obiettivi … la stessa energia e la stessa spinta verso la vita, che le viene naturalmente messa a disposizione dalla sapienza del corpo. Energia che va vista, riconosciuta, avvicinata, ascoltata, rispettata, gestita … tutte cose che se in conflitto con noi stesse e distanti dal corpo diventa difficile poter fare e soprattutto accettare. Durante l’incontro cominceremo a sentirne parlare, a dialogare con il corpo attraverso l’ascolto di sé e dell’altra, attraverso il contatto, il gesto, la visione, il respiro, per iniziare anche solo ad immaginare cosa accade dentro e intorno a noi, anche se non ci facciamo caso e piano ricordare che ogni cosa, manifesta e non, ci riguarda, ci guida, ci parla. Magari la magia esiste e se smettessimo di negarla potremmo scoprire che siamo noi la formula magica.